CASTEL FOCOGNANO-RASSINA_1
CASTEL FOCOGNANO-RASSINA_2
CASTEL FOCOGNANO-RASSINA_3
CASTEL FOCOGNANO-RASSINA_4
CASTEL FOCOGNANO-RASSINA_5
CASTEL FOCOGNANO-RASSINA_1
CASTEL FOCOGNANO-RASSINA_2
CASTEL FOCOGNANO-RASSINA_3
CASTEL FOCOGNANO-RASSINA_4
CASTEL FOCOGNANO-RASSINA_5

CASTEL FOCOGNANO-RASSINA


Un piccolo angolo di mondo immerso nelle foreste casentinesi Castelfocognano antico Castrum e capoluogo storico del Comune, conserva i resti delle fortificazioni trecentesche ed il Palazzo Podestarile sulla cui facciata emergono stemmi dei Podestà che vi esercitarono la giustizia. A pochi metri si staglia la Torre di Ronda piccola struttura architettonica a base ottagonale recentemente ristrutturata, ultima vestigia dell'originario castello risalente all' XI secolo distrutto dal vescovo Tarlati nel 1322. Oggi essa è sede dello spazio espositivo "Centro di documentazione della cultura rurale del Casentino" che raccoglie oggetti e manufatti legati alla civiltà agro-silvo pastorale sviluppando tre differenti tematismi, il lavoro del bosco e della terra, la pastorizia, la lavorazione della lana.A pochi chilometri da Rassina è da visitare a Pieve a Socana la Pieve romanica di S. Antonino, luogo di culto da oltre 2000 anni, con il campanile dalla caratteristica forma cilindrica Vi sono rappresentate tre civiltà, quella etrusca, quella romana, quella cristiana.Del periodo etrusco gli scavi hanno portato alla luce una magnifica Ara sacrificale e la scalinata del tempio.La chiesa attuale può essere fatta risalire al XII secolo anche se la pieve viene menzionata già in un documento del 1072 e gli scavi hanno riportato alla luce resti che testimoniano la presenza di una chiesa anteriore all'XI secolo epoca in cui può essere fatta risalire la base dell'isolato campanile cilindrico percorso verticalmente da lesene realizzate con lastre di arenaria. Interessante invece a Salutio, la pieve di S. Eleuterio di stile romanico con probabili origini bizantine ed elementi barocchi. Non può mancare anche una visita al villaggio montano di Carda , sovrastato dalla chiesa delle SS. Flora e Lucilla che conserva al suo interno un prezioso polittico di Mariotto di Cristofano (1425) ed un dipinto su tela di A. Pontenani. Infine, il paese di Rassina si distende lungo la statale 71 alla confluenza dell'omonimo torrente con l'Arno ed è un importante centro con la forma tipica del borgo di pianura sorto ai lati di una grande via di comunicazione. Testimonianza di tre civiltà: Pieve a Socana conta 2600 anni di storia. Qui si leggono tre civiltà: l'etrusca, la romana e la cristiana. Nel corso dei lavori di restauro eseguiti negli anni 1966-72 è venuto alla luce il tempio etrusco lungo 40 metri e largo 18,40, i dodici scalini del tempio e l'ara etrusca. Il tempio è orientato ad est ed era dedicato a Tinia e Menerva. L'ara è a pianta rettangolare ed è lunga metri 4,99 x 3,75. Presenta al centro una cavità rotondeggiante ed è costruita a tre piani con pietre legate tra loro da grappe di piombo. Qui si sacrificavano capretti, agnelli e cinghiali, dei quali si sono trovati ossa e denti. Nello scavo sono venute alla luce anche venti antefisse, alcune con bella policromia e risalenti al V-IV secolo a.C., altre a testa di Minerva, risalenti al II secolo a.C. A lato del tempio sono state recuperate tre ruote circolari in pietra fetida: la piccola con la scritta ARUT CREINE, le due grandi con molte parole etrusche. Davanti all'ara si trovano alcune stanze di epoca romana e la torre cilindrica che risale al I secolo a.C.: era una torre di segnalazione e verso Arezzo se ne trovano altre cinque. Di giorno si segnalava con gli specchi, di notte con il fuoco (fiaccole luminose). Sopra il tempio etrusco i cristiani hanno costruito tre chiese: V, VII e X secolo dopo Cristo.


Castel Focognano English version


Castel Focognano and surrounding villages A small village immersed in the forests of the Casentino HIGHLIGHTS This was the former administrative centre for the area, Castel Focognano, called Castrum in ancient times, has the ruins of 14th-century fortifications and the Palazzo Podestarile, whose façade is decorated with the armorial bearings of the podesta’ (magistrates), those who dispensed justice. There is also a little loggia dating back to the 15th century. A few meters away stands the Torre di Ronda watchtower, a small, recently restored structure with an octagonal base, which is all that remains of the original 11th-century castle destroyed by Bishop Tarlati in 1322. Today, it is the site of a documentation centre on the rural culture of Casentino, preserving implements and manufactured items related to the agrarian, woodland and pastoral life of the area. It also explores the themes of forestry and farming, sheep-raising, and wool processing. RASSINA The nearby village of Rassina stretches out along the state road No. 71, where a stream of the same name empties into the Arno River. Rassina, the administrative centre of the municipality, displays the typical shape of villages that develop alongside major roads on the plains. PIEVE A SOCANA A few kilometres from Rassina, at Pieve a Socana, the Romanesque church of Sant’Antonino, with its characteristic cylindrical bell-tower, is well worth visiting. Three civilizations - Etruscan, Roman and Christian - are represented in this 2000-year-old place of worship. From the Etruscan period, excavations have brought to light a magnificent sacrificial altar and the temple steps. The present church can be dated to the 12th century, even though it is mentioned in a document from 1072. Unearthed ruins attest to the presence of a church prior to the 11th century. The base of the freestanding cylindrical campanile, covered with vertical pilaster strips made of slabs of sandstone, which date back to this period. SALUTIO At Salutio, the Church of Sant’Eleuterio, in Romanesque style with probable Byzantine origins and baroque elements, makes for an interesting visit. TheChurch of Santa Flora and Lucilla, which contains a precious polyptych by Mariotto di Cristofano (1425) and a canvas by A. Pontenani (1615), overlooks the mountain village of Carda.

 Possiamo aiutarti?